Black Engine

2007
Italy

Band formata da Eraldo Bernocchi, Massimo Pupillo, Jacopo Battaglia e Luca Mai cioè Zu, Black Engine è forma non-forma.
Decostruzione della stessa, chirurgia plastica del suono e delle armonie. Intervento d'urgenza mal riuscito. Paziente deforme ma vivo. Manipolazione genetica di jazz, rock, dub, elettronica e rumore, altro non è che se stesso, cioè Black Engine. Disturbo autosufficiente, auto rigenerante. Rifiuto del genere, dello stesso vocabolo "genere".
Non necessita di giustificazione per esistere in quanto motore l'incontro di quattro sperimentatori sonori di lunga esperienza, che, progetto dopo progetto, hanno interfacciato la propria creatività con mondi ogni volta diversi tra loro seguendo il filo della ricerca e dell'evoluzione. Senza sosta, nè compromessi. Serrate scariche lasciano spazio a interventi al limite dell'ambient, echi hard core e metal aprono a improvvisi silenzi. Autosufficienti ipnosi soniche. Imponente, spietata e rumorosa macchina, a volte si avvale di special guests o video. Black Engine decostruisce a ogni concerto/evento se stesso per mutare in forme sonore sempre più intense; esperimento di manipolazione sonoro-genetica dalle imprevedibili conseguenze. Dal jazz all'hip pop, dal dub al metal, dall'industrial all'ambient nel corso degli anni Bernocchi e gli Zu hanno esplorato nuovi territori suonando e improvvisando con una lunga serie di artisti italiani e internazionali, arricchendo ogni volta di più il proprio bagaglio d'esperienza, stimandosi a vicenda ma a distanza.
Fino a oggi. Incontro fatale. Black Engine è catarsi sonora atta al deragliamento pianificato in spazi sconfinati.

Ku Klux Klowns
Ku Klux Klowns
wal088
CD
Aprile, 2007
10 tracks
43 minuti

Artisti

2partiMOLLItremolanti 3tons 61 Winter's Hat A Short Apnea Agatha Almandino Quite Deluxe Anatrofobia Arrington De Dionyso Quartet Bachi da Pietra Bias! Black Engine Bologna Violenta Bron y Aur Bugo Bz Bz Ueu Cardosanto Claudio Rocchetti Dälek Damo Suzuki with Metak Network Damo Suzuki’s Network Dead Like Me Dogon Dune EAReNOW Eterea Postbong Band Fluorescent Pigs Four Gardens in One Fuzz Orchestra Gerda Germanotta Youth Gianni Gebbia Gianni Gebbia, Lukas Ligeti, Massimo Pupillo Gianni Mimmo & Xabier Iriondo Giovanni Succi Gli Ebrei HaveyousaidMakhno? Hell Demonio Hofame Hysm?Duo I Camillas Iceburn Il Lungo Addio Jasminshock Jealousy Party L'Enfance Rouge Larkin Grimm and Rosolina Mar Leg Leg Lukas Ligeti Lukas Ligeti & Joao Orecchia Madrigali Magri Makhno Maria Mesch Masche Massimo Pupillo Mats Gustafsson Mattia Coletti Meteor Microapocalypse Mir Miss Massive Snowflake MoE Mulu Old Time Relijun Oleo Strut On Fillmore One Dimensional Man Ovo Oxbow Paolo Angeli Paolo Cantù Permanent Fatal Error Plasma Expander Polvere Pupillo, Kazuhisa, Yoshigaki Quasiviri R.u.n.i. Rinunci a Satana? Rllrbll Rosolina Mar Satantango Scarnella Sedia Sinistri Sinistri & Xabier Iriondo Six Minute War Madness Squarcicatrici Starfuckers Surgical Beat Bros Talibam! Tangatamanu Taras Bul'ba Tasaday The Connie Capri Organ Chamber Orchestra The Hutchinson The Observatory The Pornography The Rambo The Shipwreck Bag Show Ultravixen Uncode Duello Uochi Toki Uomoman Uzrujan Various Artist Walter Prati & Evan Parker White Tornado X-Marillas X-Mary Xabier Iriondo Zu Zu & Xabier Iriondo [1] Kilo of Black Bondage